Passa ai contenuti principali

" Ogni mattina, prima di affrontare la giornata, indosso la mia corona di cenere : cade sugl' occhi e me li fa stropicciare, sul vestito immacolato che bisognerà rilavare, sulla pelle delle scarpe che dovrà capire della suola, l' umiltà : assumersi la responsabilità di andare avanti, mangiare polvere sgradita, far parte dell' umanità, delle vita... "
 

Sergio Carlacchiani


sergio-carlacchiani.blogspot.com...
La foto è opera di Gianfranco Mancini

Commenti

Post popolari in questo blog

Uno dei sonetti più belli ...

          Come posso ritrovare la mia pace (Sonetto 28) di W. Shakespeare - Voce di Karl Esse


Amedeo Anelli " Contrapunctus VIII - Negli occhi di mia madre" Voce: Sergio Carlacchiani