Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2016
L' ULTIMA CENA
Diorama - Creazione di Stefano Facchin
Dal Vangelo secondo Giovanni- Lettura di Sergio Carlacchiani
Musica - Maurice Jarre

sergio-carlacchiani.blogspot.com




Diorama dell'Ultima Cena realizzato da Stefano Facchin.
Struttura realizzata con legno MDF da 4mm completamente rivestito da mattoni autocostruiti in polistirene etruso, preventivamente trattato con cementite e poi colorato con gli ossidi di terre naturali.
" L'occhio di DIO "
Opera di Sergio Carlacchiani del 2001 ,
rielaborata al computer nel 2016 .
sergio-carlacchiani.blogspot.com



" Da ignorante come sono sempre stato, ho cercato e ammirato il sapere, ma ascoltare il chiacchiericcio fatuo dell'intellettuale è stato sempre un brecciolino fastidioso sul mio piano scosceso esistenziale ..."

Sergio Carlacchiani

sergio-carlacchiani.blogspot.com




                                              La foto è opera di Gianfranco Mancini


Elio Pecora "L'albergo delle fiabe"  Interprete: Sergio Carlacchiani



Vincent Van Gogh " Lettera da Saint Rémy, 10 /09 /1889 " Interprete: Sergio Carlacchiani








Prima di coricarmi mi sono detto che non potevo non destinare un caro saluto a una grandissima poetessa che ho avuto la fortuna di conoscere, persona troppo colta e sensibile per questa terra ,,,
sergio-carlacchiani.blogspot.com



" I fiori vengono in dono " Amelia Rosselli " 
Interprete: Sergio Carlacchiani


Vangelo secondo Luca (24,13 3) Interprete: Sergio Carlacchiani
sergio-carlacchiani.blogspot.com



                        Buona Pasqua!


                  " CRISTO RISORTO "

        Opera di Sergio Carlacchiani, 2009.


sergio-carlacchiani.blogspot.com





Tratto dalla Passione Vangelo di Giovanni Interpreta Sergio Carlacchiani 
sergio-carlacchiani.blogspot.com



Buona preghiera con una delle mie prime realizzazioni di Crocefissione, risalente al 1992 circa ...

sergio-carlacchiani.blogspot.com





Vangelo di Giovanni" Annunzio del tradimento di Giuda" voce: Sergio Carlacchiani
sergio-carlacchiani.blogspot.com

Il volto fotografato è di Sergio Carlacchiani
La foto è opera di Gianfranco Mancini


Sergio Carlacchiani legge, dagli Atti degli Apostoli ...
sergio-carlacchiani.blogspot.com

I piedi ritratti sono di Sergio Carlacchiani
La foto è opera di Gianfranco Mancini


Sergio Carlacchiani
Croce fisso ...

La foto è opera di Gianfranco Mancini
I piedi ritratti sono di Sergio Carlacchiani
IdeAzione di Sergio Carlacchiani e Gianfranco Mancini

sergio-carlacchiani.blogspot.com
" Mi lascio scorrere
Struggente malinconia
Come musica del cuore
Nelle vene altrui ... "


Sergio Carlacchiani

sergio-carlacchiani.blogspot.com

                            Complete Transcription: Bill Evans - Danny Boy (solo version)

22/23 Marzo 2016 Canzonetta sotto attacco ...
Tutta notte Sotto attacco Sotto la pioggia Per cercare di scuotermi Per cercare risposte Invano A togliermi il sangue innocente di dosso La luce non arriva Grigio l' orizzonte Incombe pesante Schiaccia la speranza Obnubila la mente ... Senza meta Girovago Apolide Arrendevole ... Di questa terra Che accoglie ormai Soltanto guerra Mi sento un nulla Un inquilino colpevole.
Sergio Carlacchiani sergio-carlacchiani.blogspot.com
La foto è opera di Gianfranco Mancini
Il mio lavoro ...

sergio-carlacchiani.blogspot.com

La foto è opera di Gianfranco Mancini
Sono proprio felice che questo mio piccolo dipinto, da ieri, sia nelle mani di Gianfranco Mancini, un amico sensibile che ama la bellezza e sa cosa significa averne cura...

Sergio Carlacchiani 

Canzonetta della riCreazione...

Vi prego
Fate silenzio
Stupidi umani
Siete soltanto un fastidioso ronzio
Mosche che urtate contro l'infinito
Impenetrabile per voi
Le giovani colombe sono già lassù
Hanno concluso il viaggio
Ora angeli
Studiano per l' aldilà
Fate silenzio
Il tempo della riCreazione è finito ...

Sergio Carlacchiani 

Tra i tanti ricordi che conservo gelosamente della mia cara amica , per festeggiarla, oggi sarebbe stato il suo compleanno, ho scelto questo: ridemmo molto e cantammo spensierati ...

sergio-carlacchiani.blogspot.com




Sergio Carlacchiani e Alda Merini canticchiano felici ...



Oggi, nasceva un grande, lo ricordammo così, io e La Macina ...

sergio-carlacchiani.blogspot.com



L.Tenco: Vedrai vedrai - con Sergio Carlacchiani, 
Gastone Pietrucci e La Macina

Camillo Sbarbaro " Padre che muori tutti i giorni un poco " Voce: Sergio Carlacchiani





" La Domenica delle Palme ... "
Dipinto di Sergio Carlacchiani, anno 1997


sergio-carlacchiani.blogspot.com


Canzonetta dello sBallo ...

Costretto ad inchinarmi
Nel buio di questi anni
Dove lontana
A fatica arriva la luce
Cerco inutilmente di smatassare
I neri segni di questo caos giovanile
I topi sono dappertutto nascosti
Rintanati
Hanno tirato a far mattina
Come i nostri figli
Che non rincasano mai
Per sguazzare ancora
Confusi più di sempre
Tra la solitudine
Dopo l' invito della notte
All' ennesimo sBallo ...

Sergio Carlacchiani



sergio-carlacchiani.blogspot.com

La foto è opera di Gianfranco Mancini
Tutti gl'infimi si credono illustri ...
Giacomo Leopardi


sergio-carlacchiani.blogspot.com


Ascoltate le premure, l'affetto, l'amore di Monaldo Leopardi , verso il figlio Giacomo ...
sergio-carlacchiani.blogspot.com


Sarebbe bene che i figli si ricordassero che anche i padri hanno il diritto di mostrare le proprie fragilità , sia fisiche che psicologiche e con esse, la volontà di essere sostenuti qualche volta dai loro figli , anche molto prima che si avvicini il momento dell' addio...

sergio-carlacchiani.blogspot.com




Sergio Carlacchiani declama " Lettera di un anziano padre al figlio "



Giacomo Leopardi "Aggiungete l'odio eterno... " Interpreta: Sergio Carlacchiani 

sergio-carlacchiani.blogspot.com


Canzonetta perBene di Sergio Carlacchiani
Oh/Maggio floreale di Marzo Oh pesce d'Aprile Vivente una volta sola Al sentire la suola di sempre Regi strato su strato In superficie rara All'opera lirica Come tenore di vita Tratta dall'attore Di cattivo umore strano Sull'eventualità possibile E l'indicibile sdegno Delle decisioni sceniche Mercanteggiate a schiaffi? A sputi? A getti di piscio? In preda emotiva di Madonna In visione di gonna corta Sopra le ginocchia E quanta spocchia In quella recchia televisione Taroccata in versi Da morire diversi Con il naso lungo Otranto Tutt 'orecchio Di ferro vecchio ancóra Se l' ora È l'àncora di salpare Non lo si può amare Prima di capire Se non da morto Da morire A mé n .+.





sergio-carlacchiani.blogspot.com
L' aquila sul tetto del mondo ...


Lettera alla danza di Rudolf Nureyev - Interpreta: Sergio Carlacchiani


                              InAttesa ...

               Opera di Sergio Carlacchiani, anno 1999





Giacomo Leopardi " Dalla lettera A Giulio Perticari ... "voce : Sergio Carlacchiani

sergio-carlacchiani.blogspot.com


Questa mattina un po' controversa, non ho idea di come aprire il mio diario quotidiano . Infine ho deciso e alla pagina 16 condivido con voi questa immagine del mio carissimo amico artista e poeta  
Sergio Carlacchiani , in un momento molto bello mentre mi illustra una delle sue centinaia di opere.
Buona giornata

Gianfranco Mancini 

sergio-carlacchiani.blogspot.com
" Questo dipinto sarà quello che oggi mi saluterà per essere accolto in unaltro luogo, auguro a lui di continuare a splendere , così come ha fatto in questa casa , come nel mio cuore... "

Sergio Carlacchiani
sergio-carlacchiani.blogspot.com


Dipinto di Sergio Carlacchiani, tratto dalla serie " Natura e ominide "Anno 20011

sergio-carlacchiani.blogspot.com


Quando l'uomo veramente sventurato...

sergio-carlacchiani.blogspot.com




Giacomo Leopardi - Tratta dallo Zibaldone di Pensieri - Interpreta Sergio Carlacchiani 


Mi sono chiesto anch'io, per anni, perché la gente non legga poesia, né contemporanea né, in genere, classica. E' strano. In fondo, come diceva non ricordo più chi parafrasando lo stile pubblicitario, "la poesia ve lo dice prima, la poesia ve lo dice meglio": in un'epoca dominata dalla fretta e dalla frammentarietà come la nostra, la poesia dovrebbe avere molti lettori (pare che in Giappone gli haikai abbiano innumerevoli estimatori, ma forse è una delle solite leggende sull'estero). La risposta che infine mi sono dato è semplice. La colpa è della nefasta pratica della PARAFRASI, che andrebbe bandita e sanzionata dalla legge come maltrattamento di poesia. I bambini, in un'età in cui sono malleabili, ricettivi, influenzabili, in cui nel loro animo si imprimono sensazioni e predisposizioni che resteranno sedimentate nel loro subconscio per tutta la vita, vengono abituati alla visione, assolutamente distorta, secondo la quale ad ogni espressione…
Canzonetta dell’anima


Ogni giorno
Con affilata lama
Rado l’anima
È un piacere alla fine
Specchiarla
Bianca
Candida
Priva di peli
Profumarla
Liscia
Morbida
Carezzarla Coccolarla
Esibirla alla moltitudine che
Accecata dal male
Non si accorge
Ormai distante
Non la scorge più.


Sergio Carlacchiani  sergio-carlacchiani.blogspot.com


La foto è opera di Gianfranco Mancini

" Con molta probabilità questo mio dipinto del 2004, tra qualche giorno, mi lascerà per sempre, andrà, sono certo, a fare compagnia ad altre anime gentili ... Distaccarmi dalle mie opere è stato sempre un po' doloroso, è come lasciare andare un figlio ..." 

Sergio Carlacchiani



sergio-carlacchiani.blogspot.com

" Con molta probabilità questo mio dipinto del 2004, tra qualche giorno, mi lascerà per sempre, andrà, sono certo, a fare compagnia ad altre anime gentili ... Distaccarmi dalle mie opere è stato  sempre un po' doloroso, è come lasciare andare un figlio .... "

  Sergio Carlacchiani

sergio-carlacchiani.blogspot.com




LA CANZONETTA

Canzonetta perché vuole essere perlopiù breve, di poche pretese, nuda, ritmica, musicale, rimata, alternata, baciata, chiusa, incrociata, equivoca, incatenata, libera, in verso sciolto.
Non sono capace di usare toni alti o complessità lessicali e sintattiche, le parole che uso sono semplici, di uso quotidiano, immediate, quasi mai meditate e scelte, uso quelle che uso di solito per esprimermi, per farmi capire.

La canzonetta non è una poesia, né una canzone, vorrebbe interpretare, farsi interprete, è un pensiero scritto che non aspira a essere trasgressivo, né di avanguardia, non vuol' essere raro, eletto, per pochi, ama gli schemi infantili, con il sorriso in bocca, pronunciato a mezza voce, si può confondere nella confusione, può essere confuso: vorrebbe tanto essere riconosciuto, avere la sua identità, fa ciò che può, bela, non grida …

La canzonetta va cercarta in sfida con la quotidianità, la fragilità umana, con naturalezza, con semplicità, alla ricerc…
Questi sono i compiti dell'artista che deve rispondere al suo privilegio ... Wayne Shorter e Herbie Hancock hanno scritto una lettera ai giovani musicistiPublished On 9 marzo 2016 | By redazione | #simipiaceiljazz, Musical Box, News Alla Futura Generazione di Artisti,
ci troviamo in un periodo imprevedibile e turbolento.
Dall’orrore del Bataclan, alla crisi in Siria e all’insensato spargimento di sangue di San Bernardino, viviamo un’epoca di grande confusione e dolore. Come artista, creatore e sognatore di questo mondo, ti chiediamo di non farti scoraggiare di fronte a tutto ciò, ma di usare la tua stessa vita e – per estensione – la tua arte, come strumenti per costruire pace.
Sebbene sia vero che le problematiche che il mondo sta affrontando siano complesse, la soluzione per la pace è semplice: essa comincia da te. Non serve vivere in un paese del terzo mondo o lavorare per una ONG per fare la differenza. Ognuno di noi ha una missione unica. Siamo tutti pezzi di un gigante,…
Canzonetta confessionale
IO Oggi vorrei confessarmi ... Ma chi? Proprio tu? DIO? Sì E perché con me? Non lo so ... Ah bene! Se non lo sai te ... Comunque non ci sto Ma dai Perché no Perché sei L'essere perfettissimo Creatore e Signore Del cielo e della terra! Lo so Ma non riesco a debellare la guerra Mi sento colpevole... Sii ragionevole Come potrei esserti d'aiuto Io sono sprovveduto in tutto Figuriamoci con le assoluzioni! Comunque anch'io non vedo soluzioni L'uomo è arrogante Avido di potere Deficiente per natura ... Vedi? Una sicura accusa contro me ... Senti Te la vuoi smettere Con questi sensi di colpa? Io ho bisogno di te Non infangarmi proprio tu il tuo mito Voglio che l'infinito mi attenda ... La