Passa ai contenuti principali

PUBBLICAZIONI dal 1980 al 2000




"[...] un poeta può essere molte cose: ma è soprattutto un bambino che si meraviglia di quello che accade a lui stesso diventato adulto."  

Umberto Saba 
Dal discorso del 27 giugno 1953 tenuto per ringraziare il corpo accademico dell'Università di Roma della laurea in lettere honoris causa).  




-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




“Io sono un poeta che ha scritto un’autobiografia poetica senza cessare di battere alle porte dell’impossibile. Non oserei parlare di mito nella mia poesia, ma c’è il desiderio di interrogare la vita. Agli inizi ero scettico, influenzato da Schopenhauer. Ma nei miei versi della maturità ho tentato di sperare, di battere al muro, di vedere ciò che poteva esserci dall’altra parte della parete, convinto che la vita ha un significato che ci sfugge. Ho bussato disperatamente come uno che attende una risposta…

Eugenio Montale 


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




«... se sono poeta o attore non lo sono per scrivere 
o declamare poesie, ma per viverle...» 
Antonin Artaud




-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------






Non credo di saper comporre versi come un poeta
Non lo sono di certo
Provo sconcerto quando qualcuno mi ci definisce
Scrivo in forma poetica
Libera e personale
Non credo certo di scrivere come un animale
Il riferimento al cane è del tutto casuale...

Sergio Carlacchiani


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------








--------------------------------------------------------------------


 --------------------------------------------------------------------





 VIDEO VARI E INTERVISTE  INERENTI ALLA POESIA E POETICA  DI SERGIO CARLACCHIANI



Sergio Carlacchiani a TVRS per parlare della sua poesia
 Sergio Carlacchiani a TVRS per parlare della sua poesia, intervistato da Giovanni Fermani.





 Sergio Carlacchiani è intervistato da Anna Gismondi per Telemacerata, 1990.





Sergio Carlacchiani intervistato da Giancarlo Guardabassi a Teleregione nel 1990






Sergio Carlacchiani con la sua Pattumiera, a Tutto Fa spettacolo di Giancarlo Guardabassi, 1992. 






 Nel 1990 Sergio Carlacchiani presenta " Poesie da pattumiera " a Teleregione.





 " AMO " testo e voce di Sergio Carlacchiani
 San Ginesio, Amat 18/21 Agosto 1991 Anteprima Marche, V° Rassegna delle nuove Produzioni - Auditorium Comunale.      " AMO " Audio performance su nastro magnetico - Testo e voce di Sergio Carlacchiani.






 " Tre tempi per Sergio Carlacchiani " , intervista sullo spettacolo.  Sergio Carlacchiani Intervistato a Tvrs sulla sua Pattumiera libro . Anno 1991.






 Tre tempi per Sergio Carlacchiani, M S Giusto 1991.
 Intervista a Tvrs.
Tre tempi per Sergio Carlacchiani, Performance/spettacolo a Palazzo Bonafede di M S Giusto .1991.





 " Tre tempi per Sergio Carlacchiani " 
Spettacolo a Monte San Giusto, anno 19911
1991 - COMUNE DI MONTE SAN GIUSTO - ASSESSORATO ALLA CULTURA presentano:
TRE TEMPI PER SERGIO CARLACCHIANI

Palazzo Bonafede
Ore 18,30 " Tempo liquido " - Film
Ore 21,30  " Poesie da Pattumiera " - Performance e interpretazione dei testi di Sergio Carlacchiani
Ore 22, 30  " Amo " Audio-performance

 








Sergio Carlacchiani " Dipinti ma non troppo " mostra e performance Corridonia
Serzio Rai su “Dipinti ma non troppo”, Mostra personale di Sergio Carlacchiani . Performance degli allievi del Minimo Teatro di Macerata diretti da Maurizio Boldrini . Chiesa di San Francesco. Corridonia (MC) 1995











Sergio Carlacchiani parla della sua poesia ad alcuni ragazzi delle scuole medie di Macerata 
Nell'ambito del laboratorio teatrale del 1991-92 condotto da maurizio Boldrini del Minimo Teatro le classi 3°B - 3° C - 3° D della Scola Media Mestica di Macerata presentano: 
INCONTRO CON IL POETA SERGIO CARLACCHIANI









Su testi di Sergio Carlacchiani, Maurizio Boldrini presenta " Altre Marche di Poesia" 







Spettacolo di Maurizio Boldrini su testi, fra gli altri, di Sergio Carlacchiani.
Spettacolo di Maurizio Boldrini su testi, fra gli altri, di Sergio Carlacchiani; con Paula Castelli e Sandra Ruggeri, 1992.






 Leopardi - Canti - Boldrini .Omaggio finale al poeta Sergio Carlacchiani






            I poeti e la poesia contemporanea








" OMÀ in trance di lingua " 
Testo e voce di Sergio Carlacchiani 
" OMÀ origina da una urgenza personale che mi porta allo studio,  registrazione ed elaborazione dei  rumori all'interno delle fabbriche, in particolar modo dei calzaturifici. Al rumore originale della trancia  ( macchina che si adopera e ho adoperato per anni per tagliare perlopiù il pellame  ) che mi è servito da base  ho inventato e commisto un suono, un lamento umano, verbale , come una lingua altra che potesse rappresentare idealmente una lingua comune ai lavoratori di ogni nazionalità impiegati nei calzaturifici e soprattutto che potesse risuonare nella mente di ognuno, come un originale mantra ( unione tra parole sanscrite " manas " ovvero mente e " trayati " che vuol dire liberare ) che come a me permettesse di ricordare e nello stesso tempo liberare ... "
Sergio Carlacchiani









Sergio Carlacchiani mostra i suoi oggetti artistici allo Studio Modulo di Corridonia
1992 – “Artitetture”, esposizione. Studio Modulo. Corridonia (MC). Mostra e performance di Sergio Carlacchiani.












Sergio Carlacchiani " La poesia? Una palla a £ 1000 " 
Debora Rosciani Intervista Sergio Carlacchiani negli studi di TVRS sull' ultimo lavoro dell' artista civitanovese:" La poesia? Una palla a £ 1000 "







Sergio Carlacchiani mostra i suoi oggetti artistici allo Studio Modulo di Corridonia
1992 – “Artitetture”, esposizione. Studio Modulo. Corridonia (MC). Mostra e performance di Sergio Carlacchiani.



-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




 --------------------------------------------------------------------


 --------------------------------------------------------------------


                         RECENSIONI VARIE ...


 --------------------------------------------------------------------












--------------------------------------------------------------------


Il poeta Remo Pagnanelli recensisce sulla rivista PUNTO D'INCONTRO il libro di poesie di Sergio Carlacchiani, all'indomani della sua uscita.






Corriere della Sera

PERSONAGGI A dieci anni dalla morte, ancora viva l' eredita' del giovane marchigiano che ha lasciato un segno nella letteratura. Chi era Pagnanelli? Un poeta che "entrato nella scena della vita nel 1955... volontariamente ne e' uscito nel 1987".Nei brevi e intensissimi anni del suo "attivismo poetico", egli seppe proporsi come punto di raccordo fra autori quali Vittorio Sereni e Franco Fortini e i giovani della propria generazione. Credo che, in parte non trascurabile, proprio a lui si deve dar merito d'essere stato forse il piu' vivace animatore e, per dir cosi', "esportatore", di un (non programmatico, ma di fatto) felibrige marchigiano che, sulla scia del maggior conterraneo Paolo Volponi o di quel nobile poeta che fu Franco Scataglini, proprio negli anni Ottanta cominciava a presentare le sue carte e i suoi autori. È possibile, e vorrei sperare probabile, che in un futuro riesame della nostra confusa contemporaneita',  il suo nome venga assunto nella lista dei grandi suicidi, come Michelstaedter o Amelia Rosselli... Certo e' che, riletti oggi, i suoi versi ci suonano come un alcunche' di arcano, di quasi non toccabile, ma consegnato comunque a una, pur marginale quale e' la nostra, storia della letteratura. Dato, e ahime' non concesso, che una storia della letteratura continui a svolgersi e non si autosopprima per vocazione (essa pure) "suicidaria".




--------------------------------------------------------------------




A proposito del primo libro" QUADRI DI PAROLE ", 1984






                  
Eugenio Giannì, estetologo, teorico dell'arte, giornalista pubblicista - è nato a Comiso (RG) nel 1943. Laureato in Filosofia presso l'Università di Perugia, ha contribuito alla diffusione delle poetiche visuali con articoli, saggi e relazioni. Dal 1990, insieme ai fondatori Gabriele-Aldo Bertozzi e Laura Aga-Rossi, si è interessato allo sviluppo dell’INI (Internazionale Novatrice Infinitesimale) attraverso una serie di interventi che vanno dall’Estetologia alla CromoINIfonia: Inismo in Umbria, 1990; Inismo e sperimentazione, 1993; Appunti di estetologia inista, 1993; Correos de Arte, 1994; Il linguaggio pittorico nella fotografia inista, 1996, ecc.





--------------------------------------------------------------------



A proposito del secondo libro "QUADRI DI PAROLE 2", 1989










--------------------------------------------------------------------



----------------------------------------------------------------------------------------------








--------------------------------------------------------------------











--------------------------------------------------------------------








--------------------------------------------------------------------


"POESIE DA PATTUMIERA" 1990







--------------------------------------------------------------------





 Macerata 1997 
Leonardo Mancino, scrive del suo amico e artista, Sergio Carlacchiani.





Leonardo Mancino (Camerino, 1939-2010), fu un poeta e saggista marchigiano, ma vissuto per quasi 30 anni in Terra di Bari dove contribuì largamente alla nascita di una generazione di scrittori attratti dalla poesia d’avanguardia e dall’impegno civile; nello stesso arco di tempo egli s’impegnò anche come dirigente scolastico, uomo politico e direttore di una gloriosa collana letteraria, per Lacaita di Manduria, che riuscì ad attrarre grandissimi nomi del panorama nazionale. - See more at: http://www.giornalearmonia.it/medaglioni-leonardo-mancino/#sthash.mDoC4mle.dpuf

Leonardo Mancino (Camerino, 1939-2010), fu un poeta e saggista marchigiano, ma vissuto per quasi 30 anni in Terra di Bari dove contribuì largamente alla nascita di una generazione di scrittori attratti dalla poesia d’avanguardia e dall’impegno civile; nello stesso arco di tempo egli s’impegnò anche come dirigente scolastico, uomo politico e direttore di una gloriosa collana letteraria, per Lacaita di Manduria, che riuscì ad attrarre grandissimi nomi del panorama nazionale. - See more at: http://www.giornalearmonia.it/medaglioni-leonardo-mancino/#sthash.mDoC4mle.dpuf
 Leonardo Mancino (Camerino, 1939-2010), è  stato un poeta e saggista marchigiano, ma vissuto per quasi 30 anni in Terra di Bari dove contribuì largamente alla nascita di una generazione di scrittori attratti dalla poesia d’avanguardia e dall’impegno civile. Uomo politico e direttore di una gloriosa collana letteraria, per Lacaita di Manduria, che riuscì ad attrarre grandissimi nomi del panorama nazionale. Le sue opere, tradotte in numerose lingue, sono apprezzate in tutto il mondo. Ebbe una vita coronata da premi e riconoscimenti su più versanti: memorabili restano i suoi contributi critici su Sciascia, Pavese, Quasimodo, Volpini, Levi, Pasolini, come indimenticabile resta la sua opera nel versante scolastico: negli ultimi quindici anni di vita era tornato nelle Marche, nel ruolo di direttore didattico in vari istituti.

Le sue opere, tradotte in numerose lingue, sono apprezzate in tutto il mondo. Ebbe una vita coronata da premi e riconoscimenti su più versanti: memorabili restano i suoi contributi critici su Sciascia, Pavese, Quasimodo, Volpini, Levi, Pasolini, come indimenticabile resta la sua opera nel versante scolastico: negli ultimi quindici anni di vita era tornato nelle Marche, nel ruolo di direttore didattico in vari istituti. - See more at: http://www.giornalearmonia.it/medaglioni-leonardo-mancino/#sthash.mDoC4mle.dpuf

A L’ECCEZIONE SI RICORDA LO SCRITTORE LEONARDO MANCINO

Scritto da   /   febbraio 25, 2014 7:02 pm  /   Commenti disabilitati

(a Cura di Rino Bizzarro)
Sabato 1° Marzo, alle ore 18,30, presso L’ECCEZIONE, Cultura e Spettacolo di Puglia Teatro, a Bari, in Via Indipendenza 75, per la Stagione artistica patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Puglia, dall’Università di Bari e dal Comune di Bari, dalla SIAD – Società Italiana Autori Drammatici di Roma, terzo ed ultimo incontro del ciclo “Medaglioni”, a cura di Daniele Maria Pegorari, con l’appuntamento-spettacolo che tratterà la figura dello scrittore Leonardo Mancino; interverrà Luisa Rossi; Rino Bizzarro interpreterà alcuni brani poetici dell’autore.
Leonardo Mancino (Camerino, 1939-2010), fu un poeta e saggista marchigiano, ma vissuto per quasi 30 anni in Terra di Bari dove contribuì largamente alla nascita di una generazione di scrittori attratti dalla poesia d’avanguardia e dall’impegno civile; nello stesso arco di tempo egli s’impegnò anche come dirigente scolastico, uomo politico e direttore di una gloriosa collana letteraria, per Lacaita di Manduria, che riuscì ad attrarre grandissimi nomi del panorama nazionale. A parlarne col curatore del ciclo, Daniele Maria Pegorari, che di Mancino è stato uno degli ultimi amici baresi, è Luisa Rossi, classe 1982, laureata a Bari in Informazione e Sistemi Editoriali e autrice della prima monografia italiana dedicata al poeta, dal titolo Leonardo Mancino. Parole di una ricerca umana, edita dalla FaLvision di Bari nel 2013. Qui si analizzano le oltre 15 raccolte del poeta, facendo emergere un ritratto lucido ed appassionato che fa centro sul concetto di utopia reale (come si intitolava una sua auto-antologia del 1994), cuore della poetica e della sua pedagogia civile.
Le sue opere, tradotte in numerose lingue, sono apprezzate in tutto il mondo. Ebbe una vita coronata da premi e riconoscimenti su più versanti: memorabili restano i suoi contributi critici su Sciascia, Pavese, Quasimodo, Volpini, Levi, Pasolini, come indimenticabile resta la sua opera nel versante scolastico: negli ultimi quindici anni di vita era tornato nelle Marche, nel ruolo di direttore didattico in vari istituti.
- See more at: http://www.giornalearmonia.it/medaglioni-leonardo-mancino/#sthash.mDoC4mle.dpuf


 --------------------------------------------------------------------








Leonardo Mancino (Camerino, 1939-2010), fu un poeta e saggista marchigiano, ma vissuto per quasi 30 anni in Terra di Bari dove contribuì largamente alla nascita di una generazione di scrittori attratti dalla poesia d’avanguardia e dall’impegno civile; nello stesso arco di tempo egli s’impegnò anche come dirigente scolastico, uomo politico e direttore di una gloriosa collana letteraria, per Lacaita di Manduria, che riuscì ad attrarre grandissimi nomi del panorama nazionale. - See more at: http://www.giornalearmonia.it/medaglioni-leonardo-mancino/#sthash.mDoC4mle.dpu
--------------------------------------------------------------------












--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 _________________________________________________________________________________





                               ARCHIVIO






------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



“Poesie“ -  Collana Poeti D’oggi, 1980 - Gabrielli Editore, Roma  









         Selezione di alcune poesie contenute nel libro 

Copertina.jpg
Copertina

Alzati Sergio.jpg
Alzati Sergio

Grido.jpg
Grido

I pesci delle acque rare.jpg
I pesci delle acque rare

Il Fiume Morto.jpg
Il Fiume Morto

Il volto della malinconia.jpg
Il volto della malinconia

Le Taverne.jpg
Le Taverne

Madre.jpg
Madre

Masticando la vita.jpg
Masticando la vita

Odio la giovane morte.jpg
Odio la giovane morte






--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




           " QUADRI DI PAROLE "  1983






      Introduzione del professor Guido Garufi






                       ------------------------
   

Selezione di alcune poesie contenute nel libro














 











---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



                 
          " QUADRI DI PAROLE 2 " 1987


Libro-cartella , composto da sette serigrafie , di cui due con interventi dell'artista, stampato in cento esemplari, numerati e firmati dall'autore da 1 a 100. La stampa è stata terminata il giorno 15 Maggio 1987 presso le Grafiche Cardarelli & Casarola, Monte San Giusto, Macerata.












Introduzione del professor Eugenio Giannì




















































-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Queste alcune lettere che indicano quali tra alcuni dei più importanti musei e biblioteche d'Europa ospitano QUADRI DI PAROLE E QUADRI DI PAROLE 2
















------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------





------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------





        "POESIE DA PATTUMIERA" 1990


















































 ALCUNE POESIE CONTENUTE NELLA PATTUMIERA ...













Dalla Rivista _Poesia_ (1991).jpg
Dalla Rivista _Poesia_ (1991)

Pattumiera.Art.jpg
Pattumiera.Art

Poesia2.jpg
Poesia2

Poesia3.jpg
Poesia3

Poesia4.jpg
Poesia4

Poesia5.jpg
Poesia5

Poesia6.jpg
Poesia6

Poesia7.jpg
Poesia7

Poesia8.jpg
Poesia8

Poesia9.jpg
Poesia9

Poesia10.jpg
Poesia10

Poesia11.jpg
Poesia11

Poesia12.jpg
Poesia12

Poesia13.jpg
Poesia13

Poesia14.jpg
Poesia14

Poesia15.jpg
Poesia15









POESIA DA PATTUMIERA SULLA RIVISTA DI MILANO " FASCICOLO "



PoesiedaPattumiera.jpgPoesiedaPattumiera.1.jpgPoesiedaPattumiera.3.jpgPoesiedaPattumiera.4.jpgRomiti.jpg






-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------





1992 " Distributore di poesia " di Sergio Carlacchiani 
 Opera donata al Centro Mondiale della Poesia di Recanati













 Radio Aut , a cura di Giancarlo Guardabassi presenta "DISTRIBUTORE DI POESIA"       di Sergio Carlacchiani, 1992.




---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------





---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------






               " DONNE IN/CONTRO "


                            LIBRO/ CARTELLA  1991


























 
































--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




LIBRO/CARTELLA DI ARTE E POESIA




      " Chiazze ma-ree di sogni " 1993


Selezione di opere dipinte con tintura di iodio su cartoncino tratte da " Chiazze ma-ree di sogni " Libro/Cartella contenente testi e illustrazioni di Sergio Carlacchiani. Stampata, in 200 copie numerate e firmate dall'autore. 






  
































 






 


               
                              



















































Il professor Claudio Nalli, storico dell' arte, nonché bravissimo artista e amico, oggi, 26 Ottobre 2015, mi fa scoprire l'esistenza di quest' opera famosa di Francis Picabia...









--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




LIBRO/CARTELLA DI ARTE E POESIA



 " DONNA MODELLO " 2000

   Donne In/contro


Nel 2000 l’intensa amicizia e collaborazione che Carlacchiani ha con Alda Merini sfocia in un libro/cartella dedicato a Vanni Scheiwiller, di enorme pregio, stampato dalla Tipografia Fioroni di Casette d’Ete - Sant’ Elpidio a Mare (FM),  in trecento esemplari , numerati e firmati dai due autori, contenenti sei aforismi e tre poesie inedite, scritte dalla celebre poetessa, più sei disegni realizzati a carboncino dall’artista marchigiano.


                                                           --------------------------


Alla cara Alda Merini  i miei DiSEGNI piacevano a tal punto che ogni volta che andavo a fargli visita nella sua casa di Milano sui navigli voleva sempre che gliene portarsi qualcuno in dono. Mi diceva : “ sa Carlacchiani, io e lei prima o poi faremo un bel libro …” . Ero a casa della poetessa, quel giorno avevamo parlato per ore del bravissimo editore d’arte nonché grande suo amico Vanni Scheiwiller, stavo per congedarmi quando lei improvvisamente quasi in trance, cominciò come a dettare dei versi in maniera confusa e balbettante. Scrissi tutto in più fogli e quando lei cominciò come  a svegliarsi da quello stato,le dissi cosa era capitato; per nulla turbata da tutto ciò mi disse : “ Carlacchiani mi faccia leggere un po’ cosa ho combinato ma stia tranquillo ne farò poesia e un bel libro con i suoi disegni, casa dice lei? ” Risposi : “ certamente signora, ne sono onorato, bellissimo! “ Così andò. La cartella stampata su carta Fabriano Rosaspina, in trecento esemplari firmati dagli autori, contiene sei aforismi illustrati da me a carboncino e tre poesie di Alda Merini dedicate a Vanni Scheiwiller .

Sergio Carlacchiani





                                       VIDEO


 Alda Merini a Sergio Carlacchiani : " Questo signore molto più testardo dei poeti ha fatto una cartella fantastica!"





















































































                                                




----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


            
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Commenti

Post popolari in questo blog

Amedeo Anelli " Contrapunctus VIII - Negli occhi di mia madre" Voce: Sergio Carlacchiani

Alda Merini  - UNA VOLTA SOGNAI  - Voce: Karl Esse



Alda Merini - UNA VOLTA SOGNAI
Una volta sognai di essere una tartaruga gigante con scheletro d'avorio che trascinava bimbi e piccini e alghe e rifiuti e fiori e tutti si aggrappavano a me, sulla mia scorza dura. Ero una tartaruga che barcollava sotto il peso dell'amore molto lenta a capire e svelta a benedire. Così, figli miei, una volta vi hanno buttato nell'acqua e voi vi siete aggrappati al mio guscio e io vi ho portati in salvo perché questa testuggine marina è la terra che vi salva dalla morte dell'acqua. Alda Merini  scrisse questa stupenda poesia alla vigilia dell'inaugurazione il 26 giugno 2008 della Porta d'Europa a Lampedusa e fu letta durante la cerimonia...La "Porta di Lampedusa  detta appunto Porta d'Europa"  è un monumento dedicato ai migranti che, affrontando interminabili avversità,giungono nell'isola siciliana alla ricerca di una nuova e più dignitosa esistenza... 

Leg…
PER EMULAZIONE
Mi sento corresponsabile mi voglio denunciare con lucidità e fervore con spirito d'emulazione ma senza fanatismo senza falsa imitazione se uno muore in mare non dico uno in meno con il tipico cinismo di chi vuol conservare il proprio curato orticello non mi sento come quello che se ne frega beato al massimo alza le spalle a me veramente girano le palle arrossisco mi sento male mi vergogno del mio paese di quest' europa che galleggia mi sento anch'io uno stronzo quando do il meglio di me dicendo fra me e me che ci posso fare?... Se non m'indigno e piango e quanto meno non denuncio gridando forte la mia rabbia sono anch'io un criminale!
Sergio Carlacchiani