Passa ai contenuti principali


PAPÀ

Papà continua a non darmi carezze
o stupide e inutili certezze
continua a non spalancarmi porte
a non svelarmi nascondii segreti
continua a non avere compassione
continua a non cercare giustizia per me
so che hai un cuore anche tu
che sei stato picchiato dalla vita
che hai lacrimato e brancolato nel buio
non confidarti proprio adesso
che senti sia l'ora di andarsene
non credere in Dio ti assolverà lo stesso
"tutto ormai è deciso" insisti tu
"il corpo ha quasi finito di fare le valigie"
la rimembranza è l'inizio del viaggio
abbraccerai finalmente la pace
tu non hai veduto mai l'immenso Dio
io baderò come sempre a me
ora che per la prima volta lo pensi
ti accoglierà con le trombe degli angeli
lascerai l'ingrata terra senza un saluto
Lui in persona ti consegnerà le chiavi
del tuo nuovo appartamento celeste
sì perché nonostante i mille peccati
so che la tua anima è rimasta negli anni
ancora rilucente della tua povertà
si rallegrerà persino la notte
quando senza un gemito
tra poco l'abbraccerai.


Karl Esse



PAPÀ - testo e voce: Sergio Carlacchiani alias Karl Esse


Commenti

Post popolari in questo blog

Amedeo Anelli " Contrapunctus VIII - Negli occhi di mia madre" Voce: Sergio Carlacchiani

Alda Merini  - UNA VOLTA SOGNAI  - Voce: Karl Esse



Alda Merini - UNA VOLTA SOGNAI
Una volta sognai di essere una tartaruga gigante con scheletro d'avorio che trascinava bimbi e piccini e alghe e rifiuti e fiori e tutti si aggrappavano a me, sulla mia scorza dura. Ero una tartaruga che barcollava sotto il peso dell'amore molto lenta a capire e svelta a benedire. Così, figli miei, una volta vi hanno buttato nell'acqua e voi vi siete aggrappati al mio guscio e io vi ho portati in salvo perché questa testuggine marina è la terra che vi salva dalla morte dell'acqua. Alda Merini  scrisse questa stupenda poesia alla vigilia dell'inaugurazione il 26 giugno 2008 della Porta d'Europa a Lampedusa e fu letta durante la cerimonia...La "Porta di Lampedusa  detta appunto Porta d'Europa"  è un monumento dedicato ai migranti che, affrontando interminabili avversità,giungono nell'isola siciliana alla ricerca di una nuova e più dignitosa esistenza... 

Leg…
Ernesto Guevara de la Serna " Spogliati " Lettura di Sergio Carlacchiani