Passa ai contenuti principali

Oggi mi è capitato mentre " sfogliavo " internet....




Pubblicato il: 13 giugno, 2012

Nuovo CD con i canti letti da Carlacchiani:i canti leopardiani per la prima volta interpretati da un conterraneo del poeta
Un giovedì (14 giugno) dedicato alla poesia di Giacomo Leopardi

Due importanti appuntamenti con la poesia del Poeta sono previsti per giovedì prossimo 14 giugno al Centro Studi Leopardiani di Recanati. Le iniziative si apriranno alle 17,30 con la consegna del premio speciale “Giacomo Leopardi 2012” all’ insigne poeta, studioso ed editore statunitense Jonathan Galassi per aver promosso, con l’edizione dei Canti di Leopardi tradotti in inglese, la conoscenza dell’opera del Poeta recanatese negli Stati Uniti d’America e in tutto il mondo anglofono.
L’opera tradotta da Jonathan Galassi è entrata nella classifica dei “migliori cento libri” pubblicata dal “New York Times”. Una notizia che ha avuto larga risonanza nella stampa internazionale, una lieta sorpresa che lascia supporre la possibile presenza del poeta Giacomo Leopardi al centro del programma dell’”Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti” previsto per il 2013. Interverranno alla celebrazione Fabio Corvatta Presidente del Centro Studi Leopardiani e Franco D’Intino Università “Sapienza” di Roma.
Sempre giovedì a seguirealle ore 19 verrà presentato “O graziosa luna, io mi rammento..”,un nuovo cd contenente una selezione di Canti leopardiani interpretati per la prima volta da una voce di un conterraneo del poeta, dall’attore maceratese Sergio Carlacchiani. Interverrà all’incontro il Professor Lucio Felici, Presidente del Comitato Scientifico del Centro Nazionale Studi. https://youtu.be/S1srgrvS_8w  Per l’occasione Sergio Carlacchiani, accompagnato dai musicisti Riccardo Minnucci, chitarra e autoharp e Carlo Rubino alviolino, proporrà una lettura dei brani al pubblico presente, un’emozionante interpretazione che cercherà di trasmettere i pensieri che hanno ispirati i canti , con una recitazione che risulta essere nel contempo anche una rilettura critica
“O graziosa luna, io mi rammento..” è un uncofanetto contenente un cd e un libricino dedicato al grande poeta, edito quest’anno dalla Giacomo GiacomoSrl, per conto di Casa Leopardi, con il patrocinio del Centro Nazionale Studi Leopardiani
e contiene una selezione di 18 Canti leopardiani tra i piu’ importanti quali : ALL’ITALIA- ULTIMO CANTO DI SAFFO- IL PRIMO AMORE- IL PASSERO SOLITARIO- L’INFINITO- LA SERA DEL DI’ DI FESTA- ALLA LUNA- A SILVIA- LE RICORDANZE-CANTO NOTTURNO DI UN PASTORE ERRANTE DELL’ASIA-LA QUIETE DOPO LA TEMPESTA- IL SABATO DEL VILLAGGIO- A SE STESSO- IL TRAMONTO DELLA LUNA- IMITAZIONE- SCHERZO FRAMMENTI- “IO QUI VAGABONDO”- “UMANA COSA”

Commenti

Post popolari in questo blog

Amedeo Anelli " Contrapunctus VIII - Negli occhi di mia madre" Voce: Sergio Carlacchiani

Alda Merini  - UNA VOLTA SOGNAI  - Voce: Karl Esse



Alda Merini - UNA VOLTA SOGNAI
Una volta sognai di essere una tartaruga gigante con scheletro d'avorio che trascinava bimbi e piccini e alghe e rifiuti e fiori e tutti si aggrappavano a me, sulla mia scorza dura. Ero una tartaruga che barcollava sotto il peso dell'amore molto lenta a capire e svelta a benedire. Così, figli miei, una volta vi hanno buttato nell'acqua e voi vi siete aggrappati al mio guscio e io vi ho portati in salvo perché questa testuggine marina è la terra che vi salva dalla morte dell'acqua. Alda Merini  scrisse questa stupenda poesia alla vigilia dell'inaugurazione il 26 giugno 2008 della Porta d'Europa a Lampedusa e fu letta durante la cerimonia...La "Porta di Lampedusa  detta appunto Porta d'Europa"  è un monumento dedicato ai migranti che, affrontando interminabili avversità,giungono nell'isola siciliana alla ricerca di una nuova e più dignitosa esistenza... 

Leg…
PER EMULAZIONE
Mi sento corresponsabile mi voglio denunciare con lucidità e fervore con spirito d'emulazione ma senza fanatismo senza falsa imitazione se uno muore in mare non dico uno in meno con il tipico cinismo di chi vuol conservare il proprio curato orticello non mi sento come quello che se ne frega beato al massimo alza le spalle a me veramente girano le palle arrossisco mi sento male mi vergogno del mio paese di quest' europa che galleggia mi sento anch'io uno stronzo quando do il meglio di me dicendo fra me e me che ci posso fare?... Se non m'indigno e piango e quanto meno non denuncio gridando forte la mia rabbia sono anch'io un criminale!
Sergio Carlacchiani