Passa ai contenuti principali



LA STENTATA VITA

Il passar del tempo
mi ha consumato
ha cancellato
ha portato via con sé
quasi tutto di me
del mio corpo
rimane ben poco
quattro ossa sbilenche…
Lo sguardo no
ancora dritto e vigile
a scrutare benevolo
sdentato l’orizzonte
la prossima avventura
della stentata vita
che mi è stata donata.

Karl Esse



LA STENTATA VITA - Testo e voce di Karl Esse

Commenti

  1. UNA MERAVIGLIOSA POESIA!!!
    UNA FOTO CHE PARLA DA SOLA!!
    COMPLIMENTI A I MIEI MAESTRI PREFERITI !!
    SERGIO KARL ESSE SEI MERAVIGLIOSO!!
    SUPERBA INTERPRETAZIONE ❤

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Amedeo Anelli " Contrapunctus VIII - Negli occhi di mia madre" Voce: Sergio Carlacchiani

Alda Merini  - UNA VOLTA SOGNAI  - Voce: Karl Esse



Alda Merini - UNA VOLTA SOGNAI
Una volta sognai di essere una tartaruga gigante con scheletro d'avorio che trascinava bimbi e piccini e alghe e rifiuti e fiori e tutti si aggrappavano a me, sulla mia scorza dura. Ero una tartaruga che barcollava sotto il peso dell'amore molto lenta a capire e svelta a benedire. Così, figli miei, una volta vi hanno buttato nell'acqua e voi vi siete aggrappati al mio guscio e io vi ho portati in salvo perché questa testuggine marina è la terra che vi salva dalla morte dell'acqua. Alda Merini  scrisse questa stupenda poesia alla vigilia dell'inaugurazione il 26 giugno 2008 della Porta d'Europa a Lampedusa e fu letta durante la cerimonia...La "Porta di Lampedusa  detta appunto Porta d'Europa"  è un monumento dedicato ai migranti che, affrontando interminabili avversità,giungono nell'isola siciliana alla ricerca di una nuova e più dignitosa esistenza... 

Leg…
Ernesto Guevara de la Serna " Spogliati " Lettura di Sergio Carlacchiani