Passa ai contenuti principali



LA STENTATA VITA

Il passar del tempo
mi ha consumato
ha cancellato
ha portato via con sé
quasi tutto di me
del mio corpo
rimane ben poco
quattro ossa sbilenche…
Lo sguardo no
ancora dritto e vigile
a scrutare benevolo
sdentato l’orizzonte
la prossima avventura
della stentata vita
che mi è stata donata.

Karl Esse



LA STENTATA VITA - Testo e voce di Karl Esse

Commenti

  1. UNA MERAVIGLIOSA POESIA!!!
    UNA FOTO CHE PARLA DA SOLA!!
    COMPLIMENTI A I MIEI MAESTRI PREFERITI !!
    SERGIO KARL ESSE SEI MERAVIGLIOSO!!
    SUPERBA INTERPRETAZIONE ❤

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Uno dei sonetti più belli ...

          Come posso ritrovare la mia pace (Sonetto 28) di W. Shakespeare - Voce di Karl Esse


Amedeo Anelli " Contrapunctus VIII - Negli occhi di mia madre" Voce: Sergio Carlacchiani