Passa ai contenuti principali


                   
Al caro amico, maestro Lorenzo Di Bella, nel giorno del suo compleanno ....

Caro amico vorrei dirti molte cose a te che sei figlio privilegiato della musica sei il suo corpo il suo anelito il suo spirito drammatico e leggiadro nel viso come nelle mani nervose hai il suo temperamento nel sangue ribolle in te quando teso come un arco scocchi nelle anime che ascoltano il tuo prodigio e quei tasti quei tasti che adori ligio al dovere che ti amano come la più rapita delle amanti che incanti che si fanno carezzare e sbattere che gridano nel godere l’amore per te...

Sai perché ti sento e sei amico perché sei come l’aria libero fluttui folle nell’armonia celeste come me

Sergio Carlacchiani



Commenti

Post popolari in questo blog

Amedeo Anelli " Contrapunctus VIII - Negli occhi di mia madre" Voce: Sergio Carlacchiani

Alda Merini  - UNA VOLTA SOGNAI  - Voce: Karl Esse



Alda Merini - UNA VOLTA SOGNAI
Una volta sognai di essere una tartaruga gigante con scheletro d'avorio che trascinava bimbi e piccini e alghe e rifiuti e fiori e tutti si aggrappavano a me, sulla mia scorza dura. Ero una tartaruga che barcollava sotto il peso dell'amore molto lenta a capire e svelta a benedire. Così, figli miei, una volta vi hanno buttato nell'acqua e voi vi siete aggrappati al mio guscio e io vi ho portati in salvo perché questa testuggine marina è la terra che vi salva dalla morte dell'acqua. Alda Merini  scrisse questa stupenda poesia alla vigilia dell'inaugurazione il 26 giugno 2008 della Porta d'Europa a Lampedusa e fu letta durante la cerimonia...La "Porta di Lampedusa  detta appunto Porta d'Europa"  è un monumento dedicato ai migranti che, affrontando interminabili avversità,giungono nell'isola siciliana alla ricerca di una nuova e più dignitosa esistenza... 

Leg…
Ernesto Guevara de la Serna " Spogliati " Lettura di Sergio Carlacchiani