Passa ai contenuti principali



LA MIA VITA NON É MIA

La mia vita non è mia
ora che lo so non chiedo altro
che di viverla intensamente
anche quando riposo con la mente
alla prima fermata del treno
salgo sul primo battello
sull'aereo in partenza
e volo nel cielo della memoria
rivivo una storia come nuova
chissà quale incarnazione sono
se sono stato o sarò mai un poeta
un pittore un attore e forse un uomo
a volte credo di essere figlio d'un Dio
a volte solo dell'io vivo all'inferno
a volte in un eterno purgatorio
a sognare giorno e notte un paradiso che non c'è
a volte a chiedermi perché sono al mondo
qual'è il senso del mio essere su questa terra
so comunque d'essere vivo dentro una guerra
nelle illusioni che fioriscono ogni giorno
e che il tempo puntualmente incenerisce
la vita però continuamente
dona perdona guarisce
intenerisce il cuore
l'amore lo dilata
lo riempie di potenza e fragilità
la straordinaria varietà dell'esistenza
fa scorrere il tempo da milenni
e io ingiallito ancora qua
a scrivere parole con la penna
ad archiviare con le dita
a sorridere sparlando d'un folle mondo
che dice di voler morire ma non muore
che Dio lo conservi in vita.

Sergio Carlacchiani

LA MIA VITA NON É MIA - Testo e voce di Sergio Carlacchiani

Commenti

Post popolari in questo blog

Uno dei sonetti più belli ...

          Come posso ritrovare la mia pace (Sonetto 28) di W. Shakespeare - Voce di Karl Esse


L’ artista, Karl Esse, vicino all’ opera, del 1995  "Resistenza e Liberazione", che rievoca la lotta contro il fascismo e la liberazione dell’ Italia. La scultura  di Jannis Kounellis. È un'opera che si trova nel Cortile Nuovo di Palazzo Bo di Padova. Monumento alla resistenza e alla liberazione” è stato costruito, o scolpito, in occasione dei 50 anni dalla Liberazione dai nazisti al termine della Seconda guerra mondiale. La dedica è per tre ex professori dell’Università (e per tutti coloro) che si sono distinti per la loro lotta contro l’oppressione fascista e tedesca: Concetto Marchesi, Ezio Franceschini e Egidio Meneghetti. L’opera è interamente fatta di assi di legno, posto in alcuni punti regolarmente, in altri no, che crea un gioco di interruzioni, chiaro-scuro e regolarità. Un inno all’arte povera, di cui Kounellis era l’esponente massimo, e alla Resistenza soprattutto dell’Università di Padova, ma anche italiana.



                                                 La…
BEI DAO - Tante lingue parlano - Voce di Karl Esse


Nato a Macerata nel 1959, Sergio Carlacchiani ( pseudonimi:Karl Esse - Sergio Pitti) è performer, attore, doppiatore, poeta e pittore. Direttore artistico di varie rassegne teatrali :Donna/Modello, Poeti e Poesie da Decl/Amare, Live Poetry, Vita Vita e Poesia in Vita. Si è occupato di poesia lineare, visiva, concreta, sonora, di mail art e performance art. Ha scritto diversi libri di poesia e creato libri/oggetto. Si è esibito come performer in Italia, Francia, Inghilterra Spagna e Austria. Si è formato in seguito, come attore, presso la scuola del Minimo Teatro di Macerata. Ha seguito diversi corsi di perfezionamento e specializzazione, tra i quali ricordiamo quelli con: Eugenio Barba, Franco Ruffini, Riccardo Cucciolla, Cora Herrendorf, Tony Cotz, Giuliano Scabia, Lucia Poli, Rebecca Murgi, Eugenio Sideri, Sergio Scarlatella. Ha conseguito il diploma di impostazione ed uso della voce e tecnica del doppiaggio cinematografico, sotto …