Passa ai contenuti principali

Sergio Carlacchiani al caffè di Luciana



Questo è il link https://vimeo.com/205076431 per ascoltare l'intervista.



Karl Esse, Sergio Pitti, Sergio Carlacchiani: ARTE

Sergio Carlacchiani si dipinge in un autoritratto di parole, un'efficace sintesi densa di passione. Un passaggio di emozioni che il lettore raccoglie, entrando in un mondo di percezioni raffinate, espresse con personalità poliedrica. L’universo d’arte che abbraccia Sergio sembra quasi voglia proteggerlo da uno spazio ed un luogo che si sciolgono in quel suo “sentire” sottile e doloroso, così vicino a quello leopardiano.
 




BIOGRAFIA
 
Da ragazzino ho studiato poco
da adolescente non ho avuto la possibilità
prima la povertà e il disagio
poi la voglia di riscatto
ho fatto di tutto
ho dipinto
scritto
declAmato poesia
arte e cultura
ho sempre inseguito
ho avuto vita strana
dura nell' insième
le tante disavventure
sono state anch’ esse
parte della mia università
da giovane vecchio
mi ritrovo appena alfabeta
modestamente fièro
quasi altero
con una laurea in sensibilità.



Nato a Macerata nel 1959, Sergio Carlacchiani (pseudonimi: Karl Esse - Sergio Pitti) è performer, attore, doppiatore, poeta e pittore. Direttore artistico di varie rassegne teatrali: Donna/Modello, Poeti e Poesie da Decl/Amare, Live Poetry, Vita Vita e Poesia in Vita. Si è occupato di poesia lineare, visiva, concreta, sonora, di mail art e performance art. Ha scritto diversi libri di poesia e creato libri/oggetto. Si è esibito come performer in Italia, Francia, Inghilterra Spagna e Austria. Si è formato in seguito, come attore, presso la scuola del Minimo Teatro di Macerata. Ha seguito diversi corsi di perfezionamento e specializzazione, tra i quali ricordiamo quelli con: Eugenio Barba, Franco Ruffini, Riccardo Cucciolla, Cora Herrendorf, Tony Cotz, Giuliano Scabia, Lucia Poli, Rebecca Murgi, Eugenio Sideri, Sergio Scarlatella. Ha conseguito il diploma di impostazione ed uso della voce e tecnica del doppiaggio cinematografico, sotto la guida del maestro Renato Cortesi. E’ stato voce narrante in diversi films, cortometraggi, documentari e più volte ospite di importanti trasmissioni radiofoniche, oltre a quelle televisive, in Rai ed emittenti regionali e locali. Da molti anni si occupa di porgere la poesia in maniera interdisciplinare e spettacolare. Sul suo canale You Tube, visitato da oltre 360000 utenti, sono presenti circa 7500 (citati circa 1000 personaggi illustri: poeti, scrittori, filosofi... dall' origine dell'umanità ad oggi, di tutti i paesi del mondo) sue interpretazioni di poesie, prose, ed altro, registrate dal vivo o in studio. I suoi recital sono quasi sempre accompagnati da musiche di autori vari, composte ed eseguite in scena, come canti, e danze, proposte da performer e artisti che ha conosciuto e con i quali stabilmente o occasionalmente collabora.
 
Per seguire l’opera di Sergio Carlacchiani
http://sergio-carlacchiani.blogspot.com
https://www.facebook.com/SergioCarlac...
https://www.youtube.com/channel/UC83M...

Molto altro di lui possiamo ascoltare al caffè di Luciana.
La trasmissione è andata in onda lunedì 20 febbraio.

Commenti

Post popolari in questo blog

Amedeo Anelli " Contrapunctus VIII - Negli occhi di mia madre" Voce: Sergio Carlacchiani

Alda Merini  - UNA VOLTA SOGNAI  - Voce: Karl Esse



Alda Merini - UNA VOLTA SOGNAI
Una volta sognai di essere una tartaruga gigante con scheletro d'avorio che trascinava bimbi e piccini e alghe e rifiuti e fiori e tutti si aggrappavano a me, sulla mia scorza dura. Ero una tartaruga che barcollava sotto il peso dell'amore molto lenta a capire e svelta a benedire. Così, figli miei, una volta vi hanno buttato nell'acqua e voi vi siete aggrappati al mio guscio e io vi ho portati in salvo perché questa testuggine marina è la terra che vi salva dalla morte dell'acqua. Alda Merini  scrisse questa stupenda poesia alla vigilia dell'inaugurazione il 26 giugno 2008 della Porta d'Europa a Lampedusa e fu letta durante la cerimonia...La "Porta di Lampedusa  detta appunto Porta d'Europa"  è un monumento dedicato ai migranti che, affrontando interminabili avversità,giungono nell'isola siciliana alla ricerca di una nuova e più dignitosa esistenza... 

Leg…
PER EMULAZIONE
Mi sento corresponsabile mi voglio denunciare con lucidità e fervore con spirito d'emulazione ma senza fanatismo senza falsa imitazione se uno muore in mare non dico uno in meno con il tipico cinismo di chi vuol conservare il proprio curato orticello non mi sento come quello che se ne frega beato al massimo alza le spalle a me veramente girano le palle arrossisco mi sento male mi vergogno del mio paese di quest' europa che galleggia mi sento anch'io uno stronzo quando do il meglio di me dicendo fra me e me che ci posso fare?... Se non m'indigno e piango e quanto meno non denuncio gridando forte la mia rabbia sono anch'io un criminale!
Sergio Carlacchiani