Passa ai contenuti principali



ALLELUIA!

Come morto al contrario di Gesù sei
nella mestizia e tristezza del peccato
attendi la giustizia divina per risorgere
è già mattino di Pasqua uomo
non chiedi nemmanco perdono
continui ad ignorare il fratello
ti pasci dell'odio e della morte
questa è la sorte che ti sei scelto
ignorando il progetto di Dio
giaci inerme bandito dalla luce
per il satanico buio del piacere
il dovere di risorgere è tuo umanità
affida la supplica del tuo cuore all'altissimo
destatata riscoprirai l'amore come unico bene
tesoro farai capolavoro della tua nudità...
Le campane sono già in festa alleluia!
Tutto ciò che ancora esiste è salvabile
il glorificatore e nella tua anima infinita
si addentra dentro è lievito di nuova vita.

Sergio Carlacchiani 


ALLELUIA! - Testo e voce di Sergio Carlacchiani


Commenti

Post popolari in questo blog

Uno dei sonetti più belli ...

          Come posso ritrovare la mia pace (Sonetto 28) di W. Shakespeare - Voce di Karl Esse


Amedeo Anelli " Contrapunctus VIII - Negli occhi di mia madre" Voce: Sergio Carlacchiani